Gas, dalla Russia nuovi tagli (anche per l’Eni)

News nazionali
16 giugno 2022

 

La Russia chiude ulteriormente i rubinetti del gas verso la Germania, portando al 60 per cento la riduzione dei flussi nel Nord Stream. Il prezzo del combustibile ieri si è di nuovo impennato di quasi il 25 per cento, superando 120 euro per Megawattora al Title Transfer Facility. Tra i primi a fare le spese della contesa fra Mosca e Berlino c’è l’Italia, non solo per il costo dell’energia: Eni ha fatto sapere che Gazprom le ha notificato una riduzione del 15 per cento delle forniture, un taglio che aumenterà nei prossimi giorni. Tuttavia non risulta che si sia aperta alcuna controversia che interessi in modo specifico l’Italia: Eni sta pagando regolarmente Gazprom con il doppio conto bancario in euro e rubli.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Sissi Bellomo (pag.9)

Iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato

Design Escapes

Portavoce delle istanze delle aziende industriali energivore

Indirizzi

SEDE LEGALE
via Mauro Macchi, 27
20124 Milano


SEDE OPERATIVA
via Alessandro Torlonia, 15
00161 Roma

Contatti

  • Telefono: +39 06 4423 6926

  • Fax: +39 06 4423 7930

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Comunicazione e relazioni istituzionali
Strategic Advice
Telefono : +39 06 97998 274-5-6
www.strategicadvice.it

© 2021 Gas Intensive. All rights reserved. Powered by Woola.it.