Che fine farà la transizione dal carbone all’energia pulita

News internazionali
21 marzo 2022

 

“La guerra ha reso pressante la necessità il nodo della sicurezza energetica” ha detto il governatore: “Potrebbe essere necessario discostarsi temporaneamente dal sentiero della decarbonizzazione intrapreso, ad esempio rallentando la dismissione delle centrali a carbone”. Proprio sulla diversificazione delle fonti si gioca la partita chiave. Il ministro Di Maio e l’ad dell’Eni, Claudio Descalzi stanno girando il mondo a cercare fornitori di gas liquefatto ed è urgente potenziare la rete di rigassificatori. C’è poi da valorizzare il gas estratto dall’Italia, sceso inspiegabilmente da 17 a 3,4 miliardi di metri negli ultimi vent’anni. I soli due pozzi di Argo e Cassiopea in Sicilia meridionale, scoperti una decina di anni fa, possono produrre 10 miliardi di metri cubi ma se questi investimenti potranno rientrare in un PNRR riscritto è tutto da vedere.

Fonte: La Repubblica, A&F – Eugenio Occorsio (pag. 11)

Iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato

Design Escapes

Portavoce delle istanze delle aziende industriali energivore

Indirizzi

SEDE LEGALE
via Mauro Macchi, 27
20124 Milano


SEDE OPERATIVA
via Alessandro Torlonia, 15
00161 Roma

Contatti

  • Telefono: +39 06 4423 6926

  • Fax: +39 06 4423 7930

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Comunicazione e relazioni istituzionali
Strategic Advice
Telefono : +39 06 97998 274-5-6
www.strategicadvice.it

© 2021 Gas Intensive. All rights reserved. Powered by Woola.it.