Gas, prezzi in picchiata. Si spera nella Russia

News nazionali
29 ottobre 2021

Il mercato del gas a questo punto ci conta: la Russia aumenterà le forniture all’Europa. Quanto e come è ancora tutto da chiarire, visto che Gazprom non ha prenotato grandi capacità di trasporto nei gasdotti neppure per novembre. Ma la fiducia è tale che in ventiquattr’ore il prezzo del combustibile è crollato di oltre il 15% al Ttf. A innescare il ribasso è stato ancora una volta Vladimir Putin, che mercoledì ha dichiarato di aver ordinato a Gazprom di esportare più gas in Europa dall’8 novembre, quando avrà terminato di ricostruire le scorte. Le forniture extra non raggiungeranno però direttamente i clienti europei ma finiranno nei depositi di stoccaggio che Gazprom possiede in territorio Ue che sono rimasti pericolosamente vuoti. Forse non è un caso che Putin abbia fatto un ulteriore passo conciliatorio, in attesa del via libero definitivo a Nord Stream 2. Gazprom ha affermato di non avere problemi ad aumentare le forniture in Europa, esortando però a fare un maggiore affidamento sui contratti di lungo periodo invece di farsi distrarre dai <<populisti che esortano a seguire la strada dell’energia verde>>.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Sissi Bellomo (pag. 14)

Iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato

Portavoce delle istanze delle aziende industriali energivore

Indirizzi

SEDE LEGALE
via Mauro Macchi, 27
20124 Milano


SEDE OPERATIVA
via Alessandro Torlonia, 15
00161 Roma

Contatti

  • Telefono: +39 06 4423 6926

  • Fax: +39 06 4423 7930

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Comunicazione e relazioni istituzionali
Strategic Advice
Telefono : +39 06 97998 274-5-6
www.strategicadvice.it

© 2021 Gas Intensive. All rights reserved. Powered by Woola.it.