La campagna d’Africa dell’Eni

News internazionali
02 settembre 2021

L’addio al petrolio fissato al 2050 non ammette ripensamenti, ma non prevede nemmeno uno stop delle attività esplorative e produttive. La conferma arriva dalla scoperta record appena annunciata dal gruppo Eni nell’offshore della Costa d’Avorio, che vale almeno 1,5-2 miliardi di barili. A testimoniare quanto siano determinanti i combustibili fossili c’è anche il recupero della Libia e l’azienda non intende cedere posizioni. Alessandro Puliti della direzione Natural Resources afferma che rispetto alla transizione ecologica <<non c’è alcuna contraddizione, senza esplorazione e produzione, le riserve di idrocarburi declinerebbero più velocemente rispetto ai tempi che la transizione richiede per compiersi. La chiave è indirizzare i capex verso progetti sempre più mirati e selezionati>>. In coerenza con gli obiettivi low carbon vanno inoltre accorciati i tempi per l’avvio della produzione.

Fonte: MF – Angela Zoppo (pag. 7)

Iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato

Design Escapes

Portavoce delle istanze delle aziende industriali energivore

Indirizzi

SEDE LEGALE
via Mauro Macchi, 27
20124 Milano


SEDE OPERATIVA
via Alessandro Torlonia, 15
00161 Roma

Contatti

  • Telefono: +39 06 4423 6926

  • Fax: +39 06 4423 7930

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Comunicazione e relazioni istituzionali
Strategic Advice
Telefono : +39 06 97998 274-5-6
www.strategicadvice.it

© 2021 Gas Intensive. All rights reserved. Powered by Woola.it.