Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa La via del metano Europa-Cina. Così si abbattono le emissioni
19/10/2017 - Pubblicato in news internazionali

Si chiama Blue Corridor, corridoio blu, ed è il progetto al quale sta lavorando dal 2008 il colosso russo del mercato Gazprom, il cui obiettivo è quello di collegare i quattro punti cardinali dell’Europo alla Cina con una rete di stazioni di rifornimento di gas naturale (compresso o liquido) tale da consentire un flusso costante di veicoli alimentati con carburanti alternativi. Il gas naturale è attualmente l’unica alternativa sostenibile sul breve e medio termine per il trasporto pesante. E secondo gli esperti continuerà a esserlo anche per il prossimo decennio. Nonostante i vantaggi, il metano in Italia, continua a essere pernalizzato da regole assurde, a cominciare dall’impossibilità di effettuare il rifornimento di notte in modalità self-service.

Fonte: Il Giornale – VB (pag. 33)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Cioffi (Mise) al Consiglio Ue: “Serve una carbon tax”

“Se vogliamo essere competitivi forse dovremmo ricominciare a pensare a una carbon tax che ci permetta di avere una specificità dell’Europa rispetto ad altri Paesi”.
[leggi tutto…]

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]