Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa La via del metano Europa-Cina. Così si abbattono le emissioni
19/10/2017 - Pubblicato in news internazionali

Si chiama Blue Corridor, corridoio blu, ed è il progetto al quale sta lavorando dal 2008 il colosso russo del mercato Gazprom, il cui obiettivo è quello di collegare i quattro punti cardinali dell’Europo alla Cina con una rete di stazioni di rifornimento di gas naturale (compresso o liquido) tale da consentire un flusso costante di veicoli alimentati con carburanti alternativi. Il gas naturale è attualmente l’unica alternativa sostenibile sul breve e medio termine per il trasporto pesante. E secondo gli esperti continuerà a esserlo anche per il prossimo decennio. Nonostante i vantaggi, il metano in Italia, continua a essere pernalizzato da regole assurde, a cominciare dall’impossibilità di effettuare il rifornimento di notte in modalità self-service.

Fonte: Il Giornale – VB (pag. 33)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Regno Unito, il breve addio al carbone. Entro il 2025 chiuse tutte le centrali

Il Governo inglese ha stabilito la data del 2025 per la scadenza ufficiale dell’era del carbone, ma la fine potrebbe arrivare in anticipo
[leggi tutto…]

Pec, parte la consultazione Vas

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 181 del 3 agosto l'avviso con cui la Presidenza del Consiglio dei ministri comunica l'avvio della consultazione per la procedura di Valutazione ambientale strategica
[leggi tutto…]

Energia, rallentano gli utili dei big. Pesa il crollo del prezzo del gas

Non è il tracollo di tre anni fa, quando le società petrolifere toccarono in Borsa i minimi storici da inizio secolo.
[leggi tutto…]