Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa I veti al gasdotto Tap, paradigma di un’Italia da ‘Bollino rosso’
24/03/2017 - Pubblicato in news nazionali

L’inizio dei lavori per costruire l’approdo del gas gasdotto Trans Adriatic Pipeline (Tap) è stato bloccato nei giorni scorsi da un centinaio di attivisti No Tap ai quali il governatore della Regione Puglia, Michele Emiliano, dà manforte. Il problema principale è l’ostilità della comunità locale e della regione Puglia governata da Emiliano. Il Tap ha ricevuto l’autorizzazione del Parlamento italiano il 19 dicembre 2013. Sul molo di Costa Morena a Brindisi sono già stoccati i tubi che dovranno costruire la tratta sottomarina del gasdotto che, secondo il ministero dello Sviluppo sarà operativo nel 2020, ma i lavori sono stati bloccati non appena cominciati; il 20 marzo attivisti No Tap hanno fermato i camion giunti per espiantare i primi 33 ulivi, su 221 complessivi, che dopo la posa dei tubi verranno rimessi a dimora.

L’inizio dei lavori per costruire l’approdo del gas gasdotto Trans Adriatic Pipeline (Tap) è stato bloccato nei giorni scorsi da un centinaio di attivisti No Tap ai quali il governatore della Regione Puglia, Michele Emiliano, dà manforte. Il problema principale è l’ostilità della comunità locale e della regione Puglia governata da Emiliano. Il Tap ha ricevuto l’autorizzazione del Parlamento italiano il 19 dicembre 2013. Sul molo di Costa Morena a Brindisi sono già stoccati i tubi che dovranno costruire la tratta sottomarina del gasdotto che, secondo il ministero dello Sviluppo sarà operativo nel 2020, ma i lavori sono stati bloccati non appena cominciati; il 20 marzo attivisti No Tap hanno fermato i camion giunti per espiantare i primi 33 ulivi, su 221 complessivi, che dopo la posa dei tubi verranno rimessi a dimora.

Fonte: Il Foglio – Alberto Brambilla (pag. 3)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Elettricità e gas, i numeri UE sul primo trimestre

La combinazione delle misure di confinamento per la pandemia e di condizioni meteorologiche insolitamente buone ha determinato un'estrema volatilità nel primo trimestre 2020 sui mercati europei dell'energia
[leggi tutto…]

Energia, l’idrogeno al 13-14% nel mix europeo entro il 2050

Sullo sfondo c’è l’obiettivo di decarbonizzare l’economia europea, traguardo che verrà raggiunto anche tramite l’idrogeno, che dovrebbe crescere nel mix energetico fino al 13-14% da qui al 2050 puntando soprattutto su
[leggi tutto…]

Ad agosto arriva il gas in Puglia. Turisti sulle spiagge del Tap

Il metano che viene estratto dal Mar Caspio fino alla settimana scorsa arrivava sui monti del Pindo al confine tra la Grecia e l’Albania
[leggi tutto…]