Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Venezuela, come sprecare il grande tesoro petrolifero
01/04/2017 - Pubblicato in news internazionali

Il Venezuela rimane sorvegliato speciale da parte di governi latinoamericani, da parte della stampa e da parte delle Nazioni Unite. Oltre all’incognita sul governo e il golpe del presidente Maduro, l’altra grande domanda riguarda la produzione di petrolio. Il Venezuela è un paese dipendente dalle esportazioni di greggio. Le riserve sono pari a 298 miliardi di barili di petrolio: più di Arabia Saudita, più della Russia, più dell’Iran e otto volte superiori agli Stati Uniti. Il problema del petrolio venezuelano è che è molto pesante e difficile da raffinare e quindi da vendere; deve essere allungato con altri tipi di petrolio più leggeri, ed ecco che importa greggio dagli Stati Uniti. Altri problemi: la maxistangata approvata da Maduro nel 2016 per far lievitare il prezzo della benzina da 0,4 bolivar a 2,2 per un gallone, circa 3,7 litri. Da lì tensioni sociali e critiche. Il bolivar, moneta nazionale, continua a svalutarsi.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Roberto Da Rin (pag. 8)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Green new deal, la Speranza per il futuro

La Banca europea per gli investimenti ha approvato la nuova politica per l’energia.
[leggi tutto…]

Primato mondiale per petrolio e gas

Gli Stati Uniti sono diventati il più grande produttore di petrolio al mondo, oltre che di gas naturale
[leggi tutto…]

Snam, il core business spinge utile e marginalità

Sfruttando la positiva performance del business del trasporto gas e il mix di efficientamento della gestione operativa e ottimizzazione della struttura finanziaria, Snam ha i principali indicatori in crescita e con una netta accelerazione
[leggi tutto…]