Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Utility, l’effetto petrolio comprime i fatturati
28/01/2016 - Pubblicato in aspetti tecnici,news internazionali

L’effetto materie prime taglia i fatturati delle utility, frena di conseguenza gli investimenti che diminuiscono in calore assoluto ma tengono in rapporto ai ricavi. L’alleggerimento dei fatturati si accompagna però anche a una revisione nella struttura dei costi, come mostra il quadro della gestione caratteristica che vede crescere anche se di poco il peso dei margini. Un’indagine realizzata dal centro studi Althesys si concentra sulle 100 aziende più grandi, pubbliche e private, attive nell’energia, nel servizio idrico, nel gas e nei rifiuti, e offre il quadro economico più aggiornato all’indomani dell’avvio della fase attuativa della riforma Madia. Il punto di partenza dell’analisi è la frenata di fatturati. L’analisi vede all’origine della frenata il fattore esterno legato al calo delle quotazioni delle materie prime, un elemento che in questa fase sta diventando strutturale.

Fonte: Il Sole 24 ore, Impresa & Territorio – Gianni Trovati (pag. 14)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Regno Unito, il breve addio al carbone. Entro il 2025 chiuse tutte le centrali

Il Governo inglese ha stabilito la data del 2025 per la scadenza ufficiale dell’era del carbone, ma la fine potrebbe arrivare in anticipo
[leggi tutto…]

Pec, parte la consultazione Vas

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 181 del 3 agosto l'avviso con cui la Presidenza del Consiglio dei ministri comunica l'avvio della consultazione per la procedura di Valutazione ambientale strategica
[leggi tutto…]

Energia, rallentano gli utili dei big. Pesa il crollo del prezzo del gas

Non è il tracollo di tre anni fa, quando le società petrolifere toccarono in Borsa i minimi storici da inizio secolo.
[leggi tutto…]