Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Usa sfidano con l’export i big di petrolio e gas
14/07/2017 - Pubblicato in news internazionali

Nei prossimi cinque anni gli Usa esporteranno più gas del Qatar e della Norvegia. In tempo ancora più breve supereranno Kuwait e Nigeria nell’estrazione di petrolio. L’Aie sul suo rapporto annuale sul gas pubblicato ieri, ha dedicato attenzione al fenomeno Usa mentre per il petrolio le previsioni sono di Pira Energy. Gli Usa nel febbraio 2016 hanno inviato all’estero il primo carico di Gnl, e finora dispongono di un solo impianti di liquefazione. Nel gas liquefatto solo l’Australia avrà una capacità maggiore, arrivando a 117,8 Bcm. Il surplus di Gnl è destinato ad aumentare: nel 2022 ci sarà capacità di esportazione per 650 Bcm, in eccesso per 190 Bcm rispetto alla domanda. Fra cinque anni gli Usa controlleranno il 22% dell’output mondiale di Gnl. Anche il petrolio made in Usa promette di diventare sempre più insidioso per l’Opec. Lo shale oil è la causa principale della caduta dei prezzi del greggio. Al momento i flussi di esportazione Usa sono molto variabili.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Sissi Bellomo (pag. 24)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Libia, resta forte la morsa di Haftar sui pozzi petroliferi

Continua, anche dopo Berlino, il gioco al rialzo del generale Haftar che non allenta la presa su porti e produzione di petrolio
[leggi tutto…]

Crisi energetica in caso di stop a investimenti nelle fossili

Anche se finanza, industria e governi promettono di fare passi in avanti sul tema della sostenibilità, gli ambientalisti esigono impegni ben più radicali
[leggi tutto…]

Tremila metri sotto i mari in cerca di petrolio

L’azienda petrolifera francese Total inizierà entro la fine del mese di gennaio la perforazione del più profondo pozzo di greggio al mondo sotto il livello del mare
[leggi tutto…]