Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Negli Usa scorte record di greggio e benzine
16/02/2017 - Pubblicato in news internazionali

Altro maxi aumento per le scorte petrolifere Usa, un’altra micro reazione per il prezzo del barile. L’apparente irrazionalità del mercato ha raggiunto il culmine ieri, con il Wti che ha chiuso la seduta quasi invariato a 53,11 dollari nonostante gli stock di greggio e di benzine siano entrambi saliti ai massimi storici. Lo schema si ripete da settimane: l’Eia ( Energy Information Administration) pubblica dati ribassisti e le quotazioni scendono ma dopo poco risalgono velocemente, portandosi addirittura in rialzo. Alcuni analisti ipotizzano che dietro tutto ciò ci sia la mano di un grande speculatore impegnato a difendere posizioni lunghe, se non addirittura di un paese Opec, in quest’ultimo caso un fenomeno inedito.

Fonte: Il Sole24Ore, Finanza e Mercati – Sissi Bellomo (pag.30)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Regno Unito, il breve addio al carbone. Entro il 2025 chiuse tutte le centrali

Il Governo inglese ha stabilito la data del 2025 per la scadenza ufficiale dell’era del carbone, ma la fine potrebbe arrivare in anticipo
[leggi tutto…]

Pec, parte la consultazione Vas

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 181 del 3 agosto l'avviso con cui la Presidenza del Consiglio dei ministri comunica l'avvio della consultazione per la procedura di Valutazione ambientale strategica
[leggi tutto…]

Energia, rallentano gli utili dei big. Pesa il crollo del prezzo del gas

Non è il tracollo di tre anni fa, quando le società petrolifere toccarono in Borsa i minimi storici da inizio secolo.
[leggi tutto…]