Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Upstream Libia, apertura a nuovi investimenti stranieri
26/01/2017 - Pubblicato in news internazionali

La Libia vuole riaprire il suo settore petrolifero agli investitori esteri in quanto il Paese intende raddoppiare la sua produzione di greggio, una volta che la situazione politica del paese si sarà stabilizzata. Lo ha affermato Mustafa Sanallah, presidente della compagnia di Stato National Oil, parlando alla Chatham House di Londra. L'output di Tripoli è triplicato a circa 700.000 barili al giorno dalla scorsa estate e il Governo vuole aumentare ulteriormente la produzione in scia alla recente riapertura dei porti e delle aree petrolifere che erano stati chiusi per via dei disordini nel Paese. Sanallah ha puntualizzato che, in base a studi condotti prima della guerra civile, l'industria petrolifera della Libia ha bisogno di investimenti compresi tra 100 e 120 miliardi di dollari.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Forniture gas, la Polonia vince l’arbitrato con la Russia

Al termine di una disputa legale durata cinque anni, il Tribunale arbitrale di Stoccolma ha accolto le tesi della polacca Pgnig, che nel 2015 aveva presentato ricorso contro Gazprom per i termini di prezzo del contratto di fornitura gas di lungo-termine f
[leggi tutto…]

Idrogeno verde, per la competitività servono 150 mld $ in 10 anni

L'idrogeno verde, prodotto per elettrolisi dall'acqua attraverso elettricità da fonte rinnovabile, è una strada promettente, ma per renderlo economicamente sostenibile – con un costo di un dollaro al kg – servono incent
[leggi tutto…]

Snam, dal Golfo alla Cina

Due anni fa Snam si è aggiudicata la gara per la privatizzazione di Desfa, la società dei gasdotti in Grecia
[leggi tutto…]