Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Upstream Iraq, presto operativi i pozzi di Ninive
04/10/2017 - Pubblicato in news internazionali

L'Iraq spera "nei prossimi mesi" di rendere operativi i pozzi petroliferi dalla provincia di Ninive, incendiati dall'Isis durante l'offensiva sostenuta dagli Usa per riconquistare Mosul. Lo ha reso noto il ministero del Petrolio in un comunicato, spiegando di aver incaricato la North Oil Company di preparare "un piano urgente" per riparare tutti gli oleodotti incendiati dai militanti. Gli impianti petroliferi di Ninive, collocati soprattutto nella regione di Qayyara a sud di Mosul, vengono usati per la produzione di greggio pesante. La regione è stata riconquistata dalle mani dell'Isis nell'agosto del 2016, due mesi dopo il lancio dell'offensiva. Prima di finire sotto il controllo dei militanti a metà del 2014, i due principali oleodotti di Ninive, quello di Qayyarah e di Najma, producevano fino a trentamila barili al giorno.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Intervista a Fatih Birol: "Petrolio, giusto riunire il G20, se crolla il settore per danni per tutti"

Produttori e consumatori di petrolio allo stesso tavolo per evitare “nell’interesse di tutti il tracolo del settore”
[leggi tutto…]

Gazprom, in gennaio-febbraio export gas -24,6%

Nei primi due mesi del 2020 il colosso russo di Stato Gazprom, monopolista delle esportazioni di gas russo via tubo, ha registrato una flessione su anno dell'export del 24,6%
[leggi tutto…]

Energia, tlc, logistica. La riscossa italiana può iniziare dalle reti

Le reti sono state le grandi protagoniste di questa prima fase di emergenza, dimostrando una notevole “resilienza”
[leggi tutto…]