Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Upstream, DNV: priorità alla riduzione dei costi
18/02/2016 - Pubblicato in news internazionali

È quanto emerge dallo studio "Una nuova realtà: prospettive per il settore oil & gas nel 2016", basato su un'indagine condotta da DNV GL a livello internazionale, che ha coinvolto 921 professionisti esperti del settore. Secondo il 41% degli intervistati il controllo dei costi è assolutamente prioritario. Per ottenerne un controllo più rigoroso si punterà sul miglioramento dell'efficienza produttiva degli asset esistenti (31% in Europa continentale rispetto al 25% delle risposte ottenute a livello mondiale). Ridurre l'esposizione a progetti rischiosi/costosi è indicato dal 29% nell'Europa continentale (mentre globalmente la percentuale cala al 25%) ed il 27% introdurrà processi e design più semplici (vs il 20% a livello globale). Per contenere i costi, l'Europa continentale si focalizzerà sulla riduzione del personale ma in minor grado rispetto alla media mondiale (22% vs 31% globalmente), si sta riducendo anche la pressione sulla catena di produzione, dal 31% nel 2015 al 27%. Secondo Dnv, dunque, nonostante la maggioranza dei professionisti europei del settore oil & gas (68%) si stia preparando per un lungo periodo di prezzi bassi per il petrolio, ci sono motivi per cui essere ottimisti perché ci si attende un significativo cambiamento nella gestione dei costi, capace di dare la priorità all'efficienza, alla semplificazione e alla promozione dell'innovazione.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Petrolio, i Paesi del G7 chiedono la fine della guerra dei prezzi

Preoccupati per la discesa del prezzo del petrolio, ma soprattutto per la guerra dei prezzi in corso, i Paesi del G/ hanno rivolto un appello ai maggiori Paesi produttori “per cercare di aiutare gli sforzi per mantenere la stabilità economica
[leggi tutto…]

Snam guarda agli Emirati e valuta il dossier Adnoc

I piani di crescita di Snam potrebbero condurla sino in Medio Oriente
[leggi tutto…]

Il crac dello shale oil minaccia il mercato corporate mondiale

E’ nelle pianure del Texas la miccia che potrebbe far esplodere la bomba del debito corporate
[leggi tutto…]