Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa La Ue detta le regole a Gazprom ma evita multe miliardarie
25/05/2018 - Pubblicato in news internazionali

In un delicato contesto politico, la Commissione europea ha illustrato a Bruxelles una serie di regole a cui dovrà attenersi Gazprom, il gigante petrolifero russo tra i maggiori fornitori dell’Unione europea. La commissaria alla concorrenza Vestager ha spiegato che l’intesa deve servire a garantire prezzi equi in Europa dell’Est, rispetto al resto dell’Unione. In caso di mancato rispetto dell’accordo, l’esecutivo comunitario potrà sanzionare l’azienda con una multa miliardaria. L’obiettivo è di assicurare un flusso di gas a prezzi competitivi. “L’attuale decisione rimuove ostacoli adottati dalla stessa Gazprom. Inoltre abbiamo messo a punto una guida ad hoc per gestire la particolare situazione di Gazprom. Obbliga la società ad introdurre passi concreti per migliorare l’integrazione del mercato europeo dell’energia”. Il gruppo petrolifero russo è accusato di abuso di posizione dominante nel mercato dell’Est Europa. Numerose le misure annunciate dalla Commissione europea e che Gazprom si è detta pronta ad accettare. Verranno rimossi gli ostacoli che impediscono la rivendita di gas da parte dei cliente della società russa. Il gruppo dovrà poi garantire l’approvvigionamento dei Paesi attualmente isolati, come la Bulgaria e le Repubbliche baltiche. I clienti di Gazprom potranno richiedere gli stessi prezzi ottenuti dai Paesi dell’Europa dell’Ovest dove la concorrenza nel mercato energetico è maggiore.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Beda Romano (pag. 7)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Cioffi (Mise) al Consiglio Ue: “Serve una carbon tax”

“Se vogliamo essere competitivi forse dovremmo ricominciare a pensare a una carbon tax che ci permetta di avere una specificità dell’Europa rispetto ad altri Paesi”.
[leggi tutto…]

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]