Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Ue, nel 2014 aumenta la dipendenza energetica
09/02/2016 - Pubblicato in news internazionali

La dipendenza energetica dell'Ue nel 2014 è stata del 53,4%, in aumento rispetto al 2013 (+0,3%), il che vuol dire che l'Unione europea “ha avuto bisogno di importare poco più della metà consumata” nell'anno di riferimento. Lo rileva Eurostat nell'ultimo rapporto sulla dipendenza energetica. La dipendenza energetica è stata più alta rispetto al 1990 ma leggermente inferiore al picco toccato nel 2008 del 54,5%. L'evoluzione della dipendenza energetica non è stata costante dal 1990 al 2014 ma è risultata stabilmente sopra il 50% dal 2004. Italia (75,9% dei consumi soddisfatti da import), Spagna (72,9%) e Germania (61,4%) sono i tre Paesi tra le principali economie dell'Ue a maggior dipendenza da importazioni energetiche, mentre i meno dipendenti sono Regno Unito (45,5% dei consumi), Francia (46,1%). In assoluto dipendono dall'import Malta (97,7% ), Lussemburgo (96,6%) e Cipro (93,4%). I dati Eurostat mostrano anche come la dipendenza del nostro Paese sia in controtendenza rispetto all'Ue. E' vero che il nostro valore è più alto di quello medio europeo (53,4%), ma la nostra dipendenza, dopo il picco dell'85,9% raggiunto nel 2006, diminuisce costantemente mentre quella dell'Ue aumenta e si colloca stabilmente sopra il 50% dal 2004.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Regno Unito, il breve addio al carbone. Entro il 2025 chiuse tutte le centrali

Il Governo inglese ha stabilito la data del 2025 per la scadenza ufficiale dell’era del carbone, ma la fine potrebbe arrivare in anticipo
[leggi tutto…]

Pec, parte la consultazione Vas

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 181 del 3 agosto l'avviso con cui la Presidenza del Consiglio dei ministri comunica l'avvio della consultazione per la procedura di Valutazione ambientale strategica
[leggi tutto…]

Energia, rallentano gli utili dei big. Pesa il crollo del prezzo del gas

Non è il tracollo di tre anni fa, quando le società petrolifere toccarono in Borsa i minimi storici da inizio secolo.
[leggi tutto…]