Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa TurkStream, "scelta rotta dei Balcani". Per fornire Italia valuta swap con TAP
23/11/2018 - Pubblicato in news internazionali

Il gas russo che passerà per il gasdotto Russia-Turchia TurkStream potrebbe raggiungere l'Italia attraverso uno swap con il gas azero trasportato dal TAP. A riportalo è il quotidiano economico russo Kommersant, secondo cui nel contempo la rotta principale attraverso cui Gazprom avrebbe deciso di portare il gas del TurkStream in Europa Occidentale sarebbe quella dei Balcani e la Slovacchia, usando cioè la rotta inizialmente prevista per il ramo settentrionale del “defunto” South Stream Russia-Italia. Secondo un articolo pubblicato oggi da Kommersant, Gazprom avrebbe intenzione di raggiungere Baumgarten – il confine tra Slovacchia/Ungheria e Austria – attraverso i Balcani, passando cioè dalla Turchia a nord del Bosforo in Bulgaria e da qui proseguendo via Serbia verso Ungheria e Slovacchia. Sembrerebbe  però che Gazprom non abbia ancora indicato ufficialmente quale rotta intenda scegliere. Quanto all'Europa meridionale (Grecia e Italia), secondo l'articolo, i russi anziché trasportare fisicamente il gas del TurkStream verso la rete greca, starebbero valutando di effettuare uno swap commerciale con il gas azero, che dal 2020 dovrebbe iniziare a fluire verso l'Italia attraverso Turchia, Grecia e Albania. In passato Gazprom aveva prospettato anche la possibilità di raggiungere l'Italia attraverso il progetto di gasdotto Turchia-Grecia-Italia ITGI-Poseidon, avviando trattative con i due soci Edison e Depa, società che stanno portando avanti anche la realizzazione di un nuovo interconnector con la Bulgaria (IGB).

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Sussidi ambientali, fra tagli e retromarce tutte le voci sotto tiro

In queste settimane il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ha annunciato di voler rincarare l’accisa del gasolio per modificare il prezzo e rendere il diesel più costoso della benzina, perché ritenuto un sussidio dannoso per l&
[leggi tutto…]

Industria ceramica in allarme: <<Arrivano costi folli per la CO2>>

Cambiano e diventano più severe le regole europee per le emissioni di anidride carbonica dell’industria
[leggi tutto…]

Cipro, il fronte del mare. Così la corsa al gas accende incubi di guerra

Dalla scoperta del gas nel 2011 l’isola di Cipro è sempre di più il terreno di confronto tra sfidanti ben più potenti dei suoi residenti, divisi  da una linea di demarcazione da oltre cinquanta anni, turco-ciprioti e greco-
[leggi tutto…]