Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Trivellazioni a largo di Cipro. Braccio di ferro tra UE e Erdogan
17/07/2019 - Pubblicato in news internazionali

Acque agitate al largo di Cipro, dove Ankara sta portando avanti da giorni trivellazioni per la ricerca di idrocarburi. Ieri, dopo una settimana di avvertimenti, la Ue ha stabilito un primo round di sanzioni politiche ed economiche alle quali Ankara ha replicato dicendo che intensificherà le operazioni. Si complica quindi la situazione dell’isola. Dopo gli Stati Uniti, che sono scesi in campo a fianco dell’Ue, a complicare la situazione ci si è messa anche la Russia, alleata della Turchia e interessata a limitare l’autonomia energetica dell’Europa, che ha chiesto di portare la questione al Consiglio di Sicurezza dell’Onu. Intanto, a Bruxelles si studiano le prossime mosse.

Fonte: La Stampa – Marta Ottaviani (pag. 16)

 

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Carbone auf Wiedersehen, svolta verde in Germania

L’offensiva del Green Deal tedesco passa per un superamento del carbone, con la chiusura entro il 2038 delle centrali alimentate da questo combustibile altamente inquinante
[leggi tutto…]

La Turchia di Erdogan lancia la sfida a Eni in Libia

Il presidente turco Erdogan ha annunciato che quest’anno avvierà attività di esplorazione e perforazione nel Mediterraneo nelle zone inquadrate dall’accordo sulla demarcazione dei confini marittimi con la Libia
[leggi tutto…]

Transizione e gas, affare in commissione Industria Senato

La commissione Industria del Senato avvierà a breve un “affare assegnato” sulla transizione energetica e il ruolo del gas e delle altre fonti
[leggi tutto…]