Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Tremila metri sotto i mari in cerca di petrolio
20/01/2020 - Pubblicato in news internazionali

L’azienda petrolifera francese Total inizierà entro la fine del mese di gennaio la perforazione del più profondo pozzo di greggio al mondo sotto il livello del mare. Il giacimento si trova a largo delle coste angolane. L’azienda ha comunicato che la danese Maersk Drilling sarà incaricata del processo di esplorazione che raggiungerà i 3.628 metri di profondità. Le operazioni dovrebbero durare 8 mesi per un costo di 46,3 milioni di euro. L’Angola rimane il secondo paese produttore di petrolio nell’Africa sub-sahariana dopo la Nigeria, con una produzione di 1,37 milioni di barili al giorno.

Fonte: La Stampa – Lorenzo Simoncelli (pag. 11)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Gazprom, in gennaio-febbraio export gas -24,6%

Nei primi due mesi del 2020 il colosso russo di Stato Gazprom, monopolista delle esportazioni di gas russo via tubo, ha registrato una flessione su anno dell'export del 24,6%
[leggi tutto…]

Energia, tlc, logistica. La riscossa italiana può iniziare dalle reti

Le reti sono state le grandi protagoniste di questa prima fase di emergenza, dimostrando una notevole “resilienza”
[leggi tutto…]

Rally del petrolio con ipotesi tagli

Il mercato del petrolio è forse vicino a una svolta. Arabia Saudita e Stati Uniti hanno aperto la porta alla possibilità di tagli alla produzione, anche di grande entit
[leggi tutto…]