Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Trasporto gas, Energia Concorrente sollecita l'Autorità
15/03/2016 - Pubblicato in aspetti tecnici,news nazionali

L'associazione Energia Concorrente, che raggruppa i produttori termoelettrici Engie, Tirreno Power, Axpo e Repower, ha scritto all'Autorità per l'energia lamentando che a due mesi dalla conclusione della consultazione sulle regole di conferimento della capacità di trasporto gas per le centrali elettriche non sia ancora arrivato il provvedimento finale. Nella missiva, firmata dal presidente Giuseppe Gatti, EC sollecita l'Autorità affinché “definisca al più presto la nuova disciplina in modo da renderne possibile l'immediata applicazione o comunque da renderla applicabile non più tardi del prossimo anno termico”. Nel Dco l'Aeegsi aveva annunciato l'intenzione di rendere efficace la riforma già nell'attuale anno termico. “Energia Concorrente – si legge ancora – ritiene necessario rendere più economiche e flessibili le attuali condizioni di fornitura, eccessivamente penalizzanti nell'attuale contesto di mercato per gli impianti a ciclo combinato alimentati a gas”. Più nel dettaglio le imprese ritengono “urgente che vengano introdotti corrispettivi di tipo variabile sul punto di riconsegna e sulle aree di prelievo, nonché nuove regole che consentano l'approvvigionamento di capacità di trasporto su basi più flessibili”. Inoltre EC reputa urgente che “il regime di deroga prefigurato nelle consultazioni sia esteso a tutti gli impianti termoelettrici rilevanti”.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Petrolio, i Paesi del G7 chiedono la fine della guerra dei prezzi

Preoccupati per la discesa del prezzo del petrolio, ma soprattutto per la guerra dei prezzi in corso, i Paesi del G/ hanno rivolto un appello ai maggiori Paesi produttori “per cercare di aiutare gli sforzi per mantenere la stabilità economica
[leggi tutto…]

Snam guarda agli Emirati e valuta il dossier Adnoc

I piani di crescita di Snam potrebbero condurla sino in Medio Oriente
[leggi tutto…]

Il crac dello shale oil minaccia il mercato corporate mondiale

E’ nelle pianure del Texas la miccia che potrebbe far esplodere la bomba del debito corporate
[leggi tutto…]