Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Total e Shell chiudono trimestre con utili record
27/04/2018 - Pubblicato in news internazionali

I conti del primo trimestre delle due major del petrolio Total e Royal Dutch Shell hanno confermato il momento favorevole per il settore oil. Total ha registrato un utile netto nei primi tre mesi del 2018 di 2,64 miliardi di dollari e ha alzato il dividendo provvisorio  0,64 dollari per azione. L’utile netto rettificato è stato di 2,9 miliardi di dollari, mentre le vendite si sono attestate a 49,61 miliardi di dollari. La società ha anche comunicato che supererà l’obiettivo di produzione per il 2018. Total ha prodotto 2,7 milioni di barili di petrolio al giorno nel primo trimestre, grazie all’aumento di produzione e alle nuove acquisizioni, il 5% in più rispetto allo stesso periodo del 2017. Per Royal Dutch Shell l’utile netto nello stesso periodo di è attestato a 5,9 miliardi di dollari. La società ha spiegato che i buoni risultati in termini di utili sono stati possibili grazie al più alto prezzo di petrolio e gas e alla continua crescita del business del gas integrato. Shell ha anche comunicato che grazie ai progressi del piano di disinvestimento e all’outlook in termini di free cash flow, l’obiettivo di un buy back di almeno 25 milioni di azioni dal 2018 al 2020 potrà essere realizzato.

Fonte: MF – Roberta Castellarin (pag. 6)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]

Gas, l'Egitto lancia la sfida

Eni e Shell hanno affermato apertamente che l'Egitto è l'opzione più economica per portare sul mercato le gigantesche riserve di gas del Mediterraneo orientale, un'opzione preferibile al progetto di maxigasdotto Cipro-Grecia E
[leggi tutto…]

Eni avanza ancora nel gas libico

La spagnola Repsol è stata costretta a dichiarare lo stato di forza maggiore per il suo giacimento di Sharara.
[leggi tutto…]