Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Texas, la tempesta Harvey ferma anche le raffinerie
31/08/2017 - Pubblicato in news internazionali

Morti, dispersi, danni per decine di miliardi di dollari e ora anche allarme energetico. Ora si deve fare i conti con la chiusura degli impianti petroliferi e più in generale il Paese intero si trova a fare i conti con tagli nei volumi di raffinazione con ricadute su scala nazionale. Sono dodici gli impianti serrati o a cui è stata imposta una riduzione del volume di raffinazione dalle autorità per un totale di 3,1 milioni di barili al giorno prodotti in Texas, il 17% dei 18,6 milioni di barili prodotto in tutti gli Stati Uniti. Un’emergenza che si estende a livello regionale e nazionale ripercuotendosi sui mercati e rallentando – secondo le stime degli esperti – la crescita dell’economia americana di almeno lo 0,2% nel terzo trimestre, dopo il balzo del 3% registrato tra aprile e giugno.

Fonte: La Stampa – Francesco Semprini (pag. 10)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Cioffi (Mise) al Consiglio Ue: “Serve una carbon tax”

“Se vogliamo essere competitivi forse dovremmo ricominciare a pensare a una carbon tax che ci permetta di avere una specificità dell’Europa rispetto ad altri Paesi”.
[leggi tutto…]

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]