Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Terna segna il record di ricavi
22/03/2016 - Pubblicato in news nazionali

Anno da incorniciare per Terna il 2015. Nel passato esercizio infatti il gruppo ha realizzato ricavi per la prima volta superiori ai 2 miliardi a 2.082,1 milioni di euro (+4,3%), un utile netto di 595,5 milioni (+9,4%) e un ebitda a 1.539,2 milioni (+3,2%). Il dividendo proposto per il 2015, si legge in un comunicato della società, è pari a 20 centesimi di euro per azione. "I risultati del 2015 confermano il trend di solida crescita del Gruppo Terna che, grazie anche all'operazione di acquisizione della rete in alta tensione di Ferrovie dello Stato conclusa nel dicembre scorso, consolida il proprio ruolo di leader tra i gestori di rete europei". Questo il commento dell'ad Matteo Del Fante. "Il nostro impegno - aggiunge - proseguirà nello sviluppo delle Attivita' Regolate, con la realizzazione di infrastrutture per il trasporto dell'elettricità, nonché sulle Attivita' Non Regolate e sulla razionalizzazione dei processi e dei costi operativi. A livello di sistema, inoltre, la continua ricerca di nuove soluzioni tecnologiche, oltre al lavoro di ottimizzazione delle attività di dispacciamento, consentiranno di generare ancora consistenti risparmi per famiglie e imprese ed evidenti benefici ambientali, grazie ad una sempre maggiore integrazione della produzione da fonte rinnovabile".

Fonte: MF – Angela Zoppo (pag. 13

Tag Clouds

 

Ultime notizie

L’Asia è senza gas l’Europa si salva l’Italia ringrazia il Tap

Non c’è mica stato solo il Covid: a luglio ondata di caldo in Asia che fa crescere la domanda di energia per il condizionamento; a settembre un uragano in Camerun, uno dei maggiori produttori di gas, rallenta la produzione di Gnl che alimenta
[leggi tutto…]

Kerry: <<Europa e Usa insieme su Green deal e lotta al virus>>

Le due grandi sfide della green economy e della pandemia richiedono una risposta congiunta di Europa e Stati Uniti. Ora, con Biden alla Casa Bianca, tutto sarà più facile ma solo se si seguirà la strada della democrazia e della difesa
[leggi tutto…]

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]