Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Ma i tempi non saranno brevi. Gli Usa dovranno aspettare il 2020
29/05/2017 - Pubblicato in news internazionali

L’aveva detto in campagna elettorale, e lo ha ribadito ora dopo il confronto con i colleghi del G7: Trump vuole uscire dall’Accordo di Parigi sul clima. L’annuncio è di quelli che, in un’epoca che si sperava governata dalla razionalità, non si vorrebbero mai sentire, per le sue conseguenze potenzialmente devastanti sull’assetto ambientale e geopolitico globale. È tuttavia difficile prevedere come si svilupperà la situazione. Il percorso per l’uscita degli Stati Uniti dall’accordo faticosamente raggiunto nel dicembre 2015 potrebbe non essere così immediato, in quanto, stando all’articolo 3, la richiesta formale di abbandono sarà possibile solo a partire da tre anni dalla sua entrata in vigore, ovvero dal novembre 2019, e diverrà operativa dopo un anno, quindi nel novembre 2020, quando il primo mandato di Trump sarà pressoché terminato.

Fonte: La Stampa – Luca Mercalli (pag. 5)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Marcegaglia: “Greta o Trump, diffidiamo degli estremismi”

Il problema della transizione energetica va affrontato con pragmatismo dal momento che il mondo ancora si basa per l’60% sulle fonti fossili e in cui la domanda di energia è proiettata in aumento del 25% al 2030, quando la popolazione sar&agr
[leggi tutto…]

Libia, resta forte la morsa di Haftar sui pozzi petroliferi

Continua, anche dopo Berlino, il gioco al rialzo del generale Haftar che non allenta la presa su porti e produzione di petrolio
[leggi tutto…]

Crisi energetica in caso di stop a investimenti nelle fossili

Anche se finanza, industria e governi promettono di fare passi in avanti sul tema della sostenibilità, gli ambientalisti esigono impegni ben più radicali
[leggi tutto…]