Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Tempa Rossa, un mese per l’accordo
12/09/2017 - Pubblicato in news nazionali

Nei prossimi 20-30 giorni si troverà l’intesa per superare lo stallo nel quale si trova da anni il giacimento petrolifero di Tempa ossa in Basilicata. Ieri mattina a Palazzo Chigi si sono incontrati Regione Puglia, Eni, Ministero dello sviluppo economico e ministero dei beni culturali. Total, che gestisce il giacimento insieme a Shell e Mitsui, ha chiesto l’autorizzazione per trasportare il greggio non più nella raffineria di Taranto attraverso l’oleodotto Val d’Agri, ma attraverso decine di autocisterne al giorno, negli impianti di Roma e Falconara Marittima. Il vicesindaco e assessore all’ambiente De Franchi chiede ad Eni e Total che sostengano l’orientamento dell’amministrazione di privilegiare, in una logica di sostenibilità ambientale, il trasporto green partendo da quello pubblico.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Impresa e territori – Domenico Palmiotti (pag. 17)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Greggi ai massimi da novembre

In aumento le quotazioni del petrolio sui circuiti elettronici internazionali.
[leggi tutto…]

Phase out carbone, Crippa rilancia il cavo Sardegna-Sicilia

Il phase out del carbone in Sardegna si può gestire dalla Sicilia, valutando la possibilità di accorciare i tempi di realizzazione;
[leggi tutto…]

Petrolio in ripresa, ma tra Riad e Mosca l’alleanza è a rischio

L’asse petrolifero tra Russia e Arabia Saudita inizia a scricchiolare
[leggi tutto…]