Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Tassa sul carbone, Parigi ci ripensa

La scorsa primavera aveva fatto scalpore la decisione della Francia di introdurre una carbon tax su base unilaterale. Ossia senza aspettare gli altri paesi e nonostante l'accantonamento a Bruxelles della direttiva sulla tassazione energetica, che la prevedeva. Un ruolo di avanguardia per il Paese ospite della conferenza sul clima di Parigi di fine 2015. Di lì a qualche mese, in verità, il governo aveva corretto in parte il tiro, focalizzando sul solo carbone quello che inizialmente doveva essere un carbon floor generalizzato da 30 euro tonnellata, destinato a salire a 50 nel 2030. Ora però anche la tassa sul carbone esce di scena. Attesa per la legge finanziaria 2017, la scorsa settimana il governo ha annunciato la sua intenzione “scaglionare nel tempo” la misura. La misura porterebbe alla chiusura nell'arco di un paio di anni delle ultime 5 centrali a carbone del Paese.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]