Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Tap vara l’aumento di capitale
07/08/2018 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Snam ha versato la sua quota all’aumento di capitale della Trans Adriatic Pipeline AG, la società che realizza il gasdotto Tap, destinato a portare fino in Italia il gas del giacimento di Shah Deniz, nel mar Caspio. I 9,4 milioni di franchi svizzeri a carico di Snam sono stati accreditati il 10 luglio scorso, lo stesso giorno in cui il ministro dell’ambiente Costa annunciava di aver avviato una nuova verifica ambientale sul gasdotto. Quasi un mese dopo, la polemica in senso al governo sui destini del Tap ancora non si ferma, seguita con preoccupazione anche dagli altri azionisti del consorzio, Bp e Socar, FGluxys, Enagas e Axpo. Nei libri contabili di Snam la partecipazione nel Tap è valutata 230 milioni di euro, cifra che stima in circa 1,1 miliardi di euro il fair value della società. Per Snam, il Tap è tra i progetti strategici per garantire una maggiore flessibilità dei flussi di gas verso l’Europa. Per Snam, l’impegno complessivo è calcolato in 776 milioni di euro, che andranno rivisti al ribasso ora che sono arrivati i finanziamenti di Bei e Bers per 2 miliardi di euro.

Fonte: MF – Angela Zoppo (pag. 3)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

L’Asia è senza gas l’Europa si salva l’Italia ringrazia il Tap

Non c’è mica stato solo il Covid: a luglio ondata di caldo in Asia che fa crescere la domanda di energia per il condizionamento; a settembre un uragano in Camerun, uno dei maggiori produttori di gas, rallenta la produzione di Gnl che alimenta
[leggi tutto…]

Kerry: <<Europa e Usa insieme su Green deal e lotta al virus>>

Le due grandi sfide della green economy e della pandemia richiedono una risposta congiunta di Europa e Stati Uniti. Ora, con Biden alla Casa Bianca, tutto sarà più facile ma solo se si seguirà la strada della democrazia e della difesa
[leggi tutto…]

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]