Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il Tap è operativo: in Italia è giunto il primo gas azero
23/11/2020 - Pubblicato in news nazionali

Il gasdotto Tap è finito. E non solo, ha cominciato a funzionare. Lo ha annunciato nei giorni scorsi la società, raccontando di aver avviato le operazioni commerciali. Il gasdotto è stato “interconnesso” al sistema di trasporto di Snam rete: tradotto, c’è gas tra Turchia e Italia, si può cominciare a vendere. Uno sforzo che è costato moltissimo, e non soltanto in termini economici. Una parte della comunità salentina ha vissuto e vive molto male l’opera nonostante le rassicurazioni della multinazionale. Anche perché c’è un processo penale in corso: la procura di Lecce ha citato in giudizio diciotto persone e Tap stessa con un’accusa importante: che le autorizzazioni ambientali, idrogeologiche, paesaggistiche ed edilizie in possesso del consorzio Tap e rilasciate con decreti ministeriali sarebbero illeggittime. Tap sta cercando di riprendere anche un’interlocuzione con gli enti locali, seppur difficile. L’accordo iniziale prevedeva delle compensazioni per le città attraversate dal gasdotto. Sul tavolo – oltre ai ristori dovuti per legge – c’erano 25 milioni circa, tra Snam e Tap, che però non sono mai stati utilizzati. La questione è delicata: per ottenere i soldi le amministrazioni devono parlare con Tap, Ma molte di loro si sono costituite parte civile nel procedimento contro l’azienda. La lunga storia del Tap ora è finita. O forse, ne è appena cominciata un’altra.

Fonte: La Repubblica, A&F – Giuliano Foschini (pag. 46)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

L’Asia è senza gas l’Europa si salva l’Italia ringrazia il Tap

Non c’è mica stato solo il Covid: a luglio ondata di caldo in Asia che fa crescere la domanda di energia per il condizionamento; a settembre un uragano in Camerun, uno dei maggiori produttori di gas, rallenta la produzione di Gnl che alimenta
[leggi tutto…]

Kerry: <<Europa e Usa insieme su Green deal e lotta al virus>>

Le due grandi sfide della green economy e della pandemia richiedono una risposta congiunta di Europa e Stati Uniti. Ora, con Biden alla Casa Bianca, tutto sarà più facile ma solo se si seguirà la strada della democrazia e della difesa
[leggi tutto…]

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]