Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa “Col Tap non esagerate”: per gli esperti di Oxford il gas sarà molto più caro
19/09/2018 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

I gas del giacimento azero di Shah Deniz, Mar Caspio, che dopo 3.500 chilometri e cinque nazioni dovrebbe alimentare il Tap per sbucare a Melendugno (Lecce). Non arriverà in Italia nelle quantità previste e costerà caro. Lo afferma un rapporto dell’Oxford institute for energy studies. Secondo lo studio La Turchia è tra i principali clienti e le prime consegne di un contratto sono da 6 miliardi di metri cubi annui. Un miliardi di metri cubi è inoltre destinato alla Grecia e uno alla Bulgaria. La restante parte per l’Italia e gli altri Paesi europei sarebbe già il 20% meno del previsto. Inoltre, secondo le stime, la produzione di Shah Deniz raggiungerà un picco di 16 miliardi di metri cubi annui entro il 2020, per declinare dal 2030, scendendo a circa 6 miliardi nel 2035.

Fonte: Il Fatto Quotidiano, Il Fatto Economico – Marco Maroni (pag.16)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Energia, l’idrogeno al 13-14% nel mix europeo entro il 2050

Sullo sfondo c’è l’obiettivo di decarbonizzare l’economia europea, traguardo che verrà raggiunto anche tramite l’idrogeno, che dovrebbe crescere nel mix energetico fino al 13-14% da qui al 2050 puntando soprattutto su
[leggi tutto…]

Ad agosto arriva il gas in Puglia. Turisti sulle spiagge del Tap

Il metano che viene estratto dal Mar Caspio fino alla settimana scorsa arrivava sui monti del Pindo al confine tra la Grecia e l’Albania
[leggi tutto…]

Dalla lotta alle frodi al taglio dei sussidi

Lo chiamano “Pins”, Piano di politica economico-finanziaria per l'Innovazione e la sostenibilità, ed è la new entry annunciata nel Programma nazionale di riforma (Pnr), che servirà a organizzare tutti i piani preesist
[leggi tutto…]