Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il supercompuer Eni per scoprire il petrolio di domani
23/02/2018 - Pubblicato in news nazionali

Eni ha edificato nel mezzo della campagna pavese – proprio di fronte alla raffineria di Sannazzaro – un data center autonomo e sostenibile sia dal punto di vista energetico che ambientale e che al suo interno custodisce il super-computer al momento più potente d’Europa. Questo è Hpc4, e serve a trovare il petrolio di domani: attraverso i big data Eni infatti è oggi in grado di trasformare il buio del sottosuolo in una mappa aggiornata e intellegibile. Un vantaggio competitivo che ha portato alla recente scoperta del maxi-giacimento egiziano di Zohr.

Fonte: Corriere della Sera – Massimiliano Del Barba (pag. 45)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Greggi ai massimi da novembre

In aumento le quotazioni del petrolio sui circuiti elettronici internazionali.
[leggi tutto…]

Phase out carbone, Crippa rilancia il cavo Sardegna-Sicilia

Il phase out del carbone in Sardegna si può gestire dalla Sicilia, valutando la possibilità di accorciare i tempi di realizzazione;
[leggi tutto…]

Petrolio in ripresa, ma tra Riad e Mosca l’alleanza è a rischio

L’asse petrolifero tra Russia e Arabia Saudita inizia a scricchiolare
[leggi tutto…]