Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il supercompuer Eni per scoprire il petrolio di domani
23/02/2018 - Pubblicato in news nazionali

Eni ha edificato nel mezzo della campagna pavese – proprio di fronte alla raffineria di Sannazzaro – un data center autonomo e sostenibile sia dal punto di vista energetico che ambientale e che al suo interno custodisce il super-computer al momento più potente d’Europa. Questo è Hpc4, e serve a trovare il petrolio di domani: attraverso i big data Eni infatti è oggi in grado di trasformare il buio del sottosuolo in una mappa aggiornata e intellegibile. Un vantaggio competitivo che ha portato alla recente scoperta del maxi-giacimento egiziano di Zohr.

Fonte: Corriere della Sera – Massimiliano Del Barba (pag. 45)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Forniture gas, la Polonia vince l’arbitrato con la Russia

Al termine di una disputa legale durata cinque anni, il Tribunale arbitrale di Stoccolma ha accolto le tesi della polacca Pgnig, che nel 2015 aveva presentato ricorso contro Gazprom per i termini di prezzo del contratto di fornitura gas di lungo-termine f
[leggi tutto…]

Idrogeno verde, per la competitività servono 150 mld $ in 10 anni

L'idrogeno verde, prodotto per elettrolisi dall'acqua attraverso elettricità da fonte rinnovabile, è una strada promettente, ma per renderlo economicamente sostenibile – con un costo di un dollaro al kg – servono incent
[leggi tutto…]

Snam, dal Golfo alla Cina

Due anni fa Snam si è aggiudicata la gara per la privatizzazione di Desfa, la società dei gasdotti in Grecia
[leggi tutto…]