Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Stati Uniti all’assalto dei mercati petroliferi: esportazioni da record
07/07/2016 - Pubblicato in news internazionali

Le esportazioni di petrolio dagli Stati Uniti, fino a pochi mesi fa vietate dalla legge, hanno già raggiunto la bellezza di 662mila barili al giorno: una quantità superiore a quella venduta da molti Paesi Opec, tra cui non solo la Libia – che ha subito un crollo della produzione a causa della guerra civile – ma anche l’Ecuador, il Qatar e persino l’Algeria. La rivoluzione dello shale oil, che ha indotto una crescita spettacolare della produzione di petrolio degli Usa, ha convinto nel dicembre scorso le autorità americane ad abrogare il divieto di esportazione del greggio, che resisteva da oltre quarant’anni. Gli Stati Uniti riforniscono ormai con frequenza anche numerosi Paesi europei, compresa l’Italia, che in maggio ha ricevuto 22.980 barili al giorno.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Sissi Bellomo (pag. 34)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Cioffi (Mise) al Consiglio Ue: “Serve una carbon tax”

“Se vogliamo essere competitivi forse dovremmo ricominciare a pensare a una carbon tax che ci permetta di avere una specificità dell’Europa rispetto ad altri Paesi”.
[leggi tutto…]

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]