Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa La speculazione soffia sui rincari e anche la Ue ha le mani legate
18/09/2018 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

La riforma del mercato europeo dei diritti di emissione ha offerto un’occasione d’oro agli speculatori (e alle imprese) che hanno saputo intuirne la portata: i prezzi non potevano che salire, dal momento che l’offerta in eccesso sarebbe stata progressivamente ritirata a partire da gennaio. il rally ora sembra sfuggito di mano e ora c’è chi invoca un intervento della Commissione europea per fermarlo. La direttiva 2009/29/EC, che modifica le regole per l’Emission Trading Scheme (Eu-Ets), ha previsto con l’articolo 29° la possibilità di adottare misure “in caso di fluttuazioni eccesive dei prezzi”. Tuttavia non siamo ancora arrivati ai livelli previsti, anche se la CO2 è quasi quintuplicata di valore nel giro di un anno. Fonti della Commissione Ue hanno lasciato trapelare che al momento non c’è allarme per l’aumento dei prezzi.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Sissi Bellomo,(pag. 6)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Sfida verde dell’Europa al mondo: mille miliardi, neutralità Co2 nel 2050

La Commissione europea ha presentato ieri una nuova e ampia strategia ambientale che nei prossimi anni avrà impatto su tutti i settori: dall’industria all’agricoltura, dai trasporti all’energia.
[leggi tutto…]

Il gas del Tap cerca il raddoppio

Si deciderà a metà 2020 il raddoppio del gasdotto Tap
[leggi tutto…]

Emissioni, meglio tassarle alle frontiere

Per raggiungere gli obiettivi ambiziosi che servono a fronteggiare l’emergenza climatica, uno dei rimedi suggeriti dalla Presidente della Commissione europea, von der Lyen, è quello di tassare le emissioni per incentivare i produttori
[leggi tutto…]