Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Solo l’industria risolleva un Paese e senza energia non c’è industria
04/03/2016 - Pubblicato in news nazionali

Lungo lo Stivale si affermano da tempo minoranze ambientaliste attive e rumorose, in grado di bloccare ogni programmazione di approvvigionamento energetico, che si scagliano contro la stessa coltivazione di giacimenti di idrocarburi quando vengono scoperti nel nostro territorio e nelle nostre acque territoriali. Nel mondo al contrario, ogni Nazione che abbia rilevanza, pone al primo punto della propria sicurezza il raggiungimento dell’autonomia energetica: per affrancarsi certamente dai cosi, ma in primo luogo anche per non soggiacere a condizionamenti politici. Lo sviluppo, l’occupazione, impongono scelte coraggiose, diversamente a nulla varrà elencare solo i guai, come fanno sovente i governanti. Chi governa deve decidere. Alcuni si rifugiano nel luogo comune che l’economia fondata sul turismo è l’alternativa all’industria; ma è un assunto erroneo. È l’industria che offre al territorio la spinta per darsi altre ciance economiche e permettersi un ambiente più consono alle esigenze delle persone”.

Fonte: Libero

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Ets, consultazione Ue sul “Fondo per la modernizzazione”

La Commissione europea ha avviato una consultazione sulla proposta di regolamento che stabilisce le regole di funzionamento del Fondo europeo per la modernizzazione, previsto dalla riforma dell'Ets del 2015
[leggi tutto…]

Tariffe gas tedesche, Confindustria: “La Ue rischia la germanizzazione”. Patuanelli: “Inaccettabile”

Proprio nel giorno in cui Confindustria rilancia alla Camera l’allarme sui possibili aumenti del prezzo del gas conseguenti alle nuove tariffe di trasporto tedesche, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, le ha definite “ina
[leggi tutto…]

Sarraj: “Senza petrolio crisi catastrofica”

Pur con la guerra civile da ormai 9 anni, la produzione di petrolio finora si era mantenuta costante e ha permesso al governo, anzi ai due governi della Lobia, di continuare a funzionare, pagare i dipendenti pubblici e le milizia impegnate nei combattimen
[leggi tutto…]