Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Snam, Tigf incassa l’ok a piano 2016
05/01/2016 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Via libera della Commissione di regolazione dell'energia (Cre), l'Authority transalpina, al piano di investimenti per il 2016 di Tigf, la società francese rilevata da Snam insieme a Edf e al fondo sovrano Gic, affiancati di recente anche da Crédit Agricole Assurances. Il piano prevede uno sforzo di 110 milioni di euro: la fetta più significativa(49 milioni) sarà riservata allo sviluppo della rete principale e, in particolare, al progetto Gascogne-Midi (27 milioni), il nuovo gasdotto da 190 chilometri giudicato strategico insieme al progetto Val de Saône che fa capo a Grtgaz, controllata al 75% da Engie - per l'unificazione delle tre aree che attualmente compongono il mercato francese del gas. Mentre gli altri 22 milioni saranno suddivisi tra l'arteria di Adour, il "tubo" interrato tra Arcangues (Pirenei) e Coudures (Lande), cruciale per l'interconessione tra Francia e Spagna, e l'installazione di un compressore di soccorso di Sauveterre, la cui messa in servizio è prevista nel 2017, nel quadro del progetto dell'arteria di Guyenne (Agu), "l'autostrada" del gas che collega la frontiera franco-spagnola al nord del paese. Rispetto al primo dei due tasselli, la società francese partecipata dalla spa guidata da Carlo Malacarne ha indicato un sovraccosto aggiuntivo di 30 milioni per Adour, il cui esborso è dunque passato dai 130 milioni inizialmente previsti a 160 milioni, con un rialzo di oltre il 20% sul budget iniziale. Per questo motivo, quindi, la Cre ha previsto l'avvio di una consultazione esterna per assicurarsi che il progetto sia portato avanti efficacemente da Tigf.

Fonte: Il Sole 24 ore, Finanza & Mercati – Celestina Dominelli (pag. 25)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]