Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Snam, a febbraio ok di Bei al Tap
10/01/2018 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Si riunirà nei primi giorni di febbraio il board della Banca europea degli investimenti, chiamato a deliberare il maxi-prestito agevolato richiesto dal consorzio Tap Ag, che sviluppa il gasdotto Trans-Adriatic pipeline. Sembra solo questione di poche settimane per ottenere un finanziamento di 1,5 miliardi di uro, rispetto ai 2 miliardi di euro richiesti alla Bei ad agosto 2015. I lavori proseguono come da tabella di marcia anche nella porzione italiana del gasdotto, sulle coste pugliesi di Meledugno, quella che ha registrato più interruzioni per le proteste della popolazione locale. I lavori dovranno essere completati entro il 2020, quando è previsto che le prime forniture di gas raggiungano l’Italia. Sarà la Turchia il primo paese a ricevere il gas azero già da fine 2018, quando sarà completato il gasdotto transanatolico Tanap, di cui Tap sarà la prosecuzione. Snam, che è tra gli azionisti del consorzio Tap con una quota del 20% si aspetta che il contributo di questo società e delle altre consociate Gca e Italgas salga fino a 200 milioni nel 2021.

Fonte: MF, Mercati – Angela Zoppo (pag. 11)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Kerry: <<Europa e Usa insieme su Green deal e lotta al virus>>

Le due grandi sfide della green economy e della pandemia richiedono una risposta congiunta di Europa e Stati Uniti. Ora, con Biden alla Casa Bianca, tutto sarà più facile ma solo se si seguirà la strada della democrazia e della difesa
[leggi tutto…]

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]

Sanzioni Usa e caso Navalny, Nord Stream 2 torna nel mirino

Doppio attacco al Cremlino, nel pomeriggio di ieri. Il primo è partito dalla Casa Bianca nelle ultimissime ore dell’amministrazione Trump, che ha sganciato il suo siluro finale sul Nord Stream 2
[leggi tutto…]