Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Snam, a febbraio ok di Bei al Tap
10/01/2018 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Si riunirà nei primi giorni di febbraio il board della Banca europea degli investimenti, chiamato a deliberare il maxi-prestito agevolato richiesto dal consorzio Tap Ag, che sviluppa il gasdotto Trans-Adriatic pipeline. Sembra solo questione di poche settimane per ottenere un finanziamento di 1,5 miliardi di uro, rispetto ai 2 miliardi di euro richiesti alla Bei ad agosto 2015. I lavori proseguono come da tabella di marcia anche nella porzione italiana del gasdotto, sulle coste pugliesi di Meledugno, quella che ha registrato più interruzioni per le proteste della popolazione locale. I lavori dovranno essere completati entro il 2020, quando è previsto che le prime forniture di gas raggiungano l’Italia. Sarà la Turchia il primo paese a ricevere il gas azero già da fine 2018, quando sarà completato il gasdotto transanatolico Tanap, di cui Tap sarà la prosecuzione. Snam, che è tra gli azionisti del consorzio Tap con una quota del 20% si aspetta che il contributo di questo società e delle altre consociate Gca e Italgas salga fino a 200 milioni nel 2021.

Fonte: MF, Mercati – Angela Zoppo (pag. 11)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Cipro, Snam in gara per rigassificatore galleggiante

Snam ha presentato una manifestazione di interesse nella  gara bandita dall’azienda pubblica del gas cipriota Defa, per la realizzazione di un terminale di rigassificazione galleggiante Fsru, con relativi moli e gasdotti
[leggi tutto…]

Phase-out carbone, A2A punta sul gas anche a Monfalcone

Arriva l’ufficialità: anche a Monfalcone A2A intende sostituire la centrale a carbone con il gas. La chiusura dell’impianto esistente da oltre 300 MW potrebbe arrivare anche prima della data del 2025 fissata dal Pniec.
[leggi tutto…]

Trivellazioni a largo di Cipro. Braccio di ferro tra UE e Erdogan

Acque agitate al largo di Cipro, dove Ankara sta portando avanti da giorni trivellazioni per la ricerca di idrocarburi. Ieri, dopo una settimana di avvertimenti, la Ue ha stabilito un primo round di sanzioni politiche ed economiche alle quali Ankara ha re
[leggi tutto…]