Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Snam, il core business spinge utile e marginalità
15/11/2019 - Pubblicato in news nazionali

Sfruttando la positiva performance del business del trasporto gas e il mix di efficientamento della gestione operativa e ottimizzazione della struttura finanziaria, Snam ha i principali indicatori in crescita e con una netta accelerazione sul Progetto SnamTec che assorbe da solo il 20% degli investimenti pianificati nel periodo. Il percorso di crescita del gruppo è pronto a raddoppiare la sperimentazione sull’idrogeno, avviata ad aprile in un piccolo tratto di rete a Salerno, portando la miscela al 10% entro fine anno. Un avanzamento reso possibile - ha spiegato il ceo, Marco Alverà - da una sempre maggiore focalizzazione su transizione energetica e innovazione. Dei 650 milioni di investimenti, la fetta destinata a progetti e iniziative su questo doppio fronte è di 113 milioni, mentre la tranche principale è riservata al trasporto (556 milioni) seguito dallo stoccaggio (77 milioni). La società prevede una domanda di gas in lieve crescita per il mercato italiano rispetto ai valori del 2018. La manager, Alessandra Pasini, ha poi ribadito la tabella di marcia del Tap, “i lavori procedono e sono arrivati al 90% del programma, confermando la consegna dell’opera entro la fine del 2020.

Fonte: Il Sole 24 Ore- Celestina Dominelli (pag. 23)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Sussidi ambientali, fra tagli e retromarce tutte le voci sotto tiro

In queste settimane il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ha annunciato di voler rincarare l’accisa del gasolio per modificare il prezzo e rendere il diesel più costoso della benzina, perché ritenuto un sussidio dannoso per l&
[leggi tutto…]

Industria ceramica in allarme: <<Arrivano costi folli per la CO2>>

Cambiano e diventano più severe le regole europee per le emissioni di anidride carbonica dell’industria
[leggi tutto…]

Cipro, il fronte del mare. Così la corsa al gas accende incubi di guerra

Dalla scoperta del gas nel 2011 l’isola di Cipro è sempre di più il terreno di confronto tra sfidanti ben più potenti dei suoi residenti, divisi  da una linea di demarcazione da oltre cinquanta anni, turco-ciprioti e greco-
[leggi tutto…]