Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Snam in allerta: “Guardiamo con attenzione ai mercati internazionali”
25/11/2018 - Pubblicato in news nazionali

Snam, forte della sua expertise nella realizzazione e gestione delle infrastrutture per il trasporto del gas, è pronta a valutare eventuali opportunità che si dovessero presentare, come conferma l’ad della società Marco Alverà: “Guardiamo con attenzione agli sviluppi del mercato internazionale, anche per la gestione di impianti realizzati da altri”. La società segue naturalmente con  interesse l’evoluzione di un mercato destinato a diventare sempre più liquido per via del peso crescente del gas naturale liquefatto. “Il mercato del Gnl – prosegue Alverà – è molto interessante perché la domanda sta crescendo rapidamente e c’è bisogno di nuove infrastrutture negli Stati Uniti, che stanno diventando i principali fornitori mondiali, e in Asia, dove i consumi sono in forte crescita”. In Europa, invece, la priorità è “de carbonizzare i trasporti pesanti”. Così, nel piano strategico 2018-2022, Snam ha previsto 50 milioni di investimenti per la realizzazione di quattro piccoli impianti per la produzione di Gnl o bioGnl e altri 150 milioni per la costruzione di infrastrutture per la produzione di biometano e nuove stazioni di rifornimenti di C-Lng (gas naturale compresso e liquefatto).

Fonte: Il Sole 24 Ore – Celestina Dominelli (pag. 7)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Regno Unito, il breve addio al carbone. Entro il 2025 chiuse tutte le centrali

Il Governo inglese ha stabilito la data del 2025 per la scadenza ufficiale dell’era del carbone, ma la fine potrebbe arrivare in anticipo
[leggi tutto…]

Pec, parte la consultazione Vas

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 181 del 3 agosto l'avviso con cui la Presidenza del Consiglio dei ministri comunica l'avvio della consultazione per la procedura di Valutazione ambientale strategica
[leggi tutto…]

Energia, rallentano gli utili dei big. Pesa il crollo del prezzo del gas

Non è il tracollo di tre anni fa, quando le società petrolifere toccarono in Borsa i minimi storici da inizio secolo.
[leggi tutto…]