Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa A Sherwood è corsa al gas così il fracking minaccia la quercia di Robin Hood
04/01/2017 - Pubblicato in news internazionali

Ineos, una multinazionale della chimica, ha ottenuto il permesso di cercare gas nella foresta di Sherwood. Per la precisione, sotto la foresta, trivellando il terreno in profondità per tirarne fuori energia con il controverso metodo del "fracking", la cosiddetta fratturazione idraulica. Le sonde con cui la compagnia vuole penetrare la famosa boscaglia rischiano di danneggiare la flora e la fauna locale, inclusa la "Major Oak", come è soprannominata la storica quercia del bandito gentiluomo che "rubava ai ricchi per dare ai poveri", secondo la leggenda e gli innumerevoli libri, film e cartoni animati che ne sono stati tratti. In effetti il “fracking” in Gran Bretagna non è ancora cominciato, ma la Ienos e altre società del settore hanno ottenuto dal governo di Londra le licenze per andare alla ricerca di “shale gas”, il gas da argille estratto da giacimenti non convenzionali, intrappolato nella porosità della roccia sotterranea. Una tecnologia che, come altrove, anche qui scatena forti polemiche.

Fonte: La Repubblica – Enrico Franceschini (pag. 15)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]

Gas, l'Egitto lancia la sfida

Eni e Shell hanno affermato apertamente che l'Egitto è l'opzione più economica per portare sul mercato le gigantesche riserve di gas del Mediterraneo orientale, un'opzione preferibile al progetto di maxigasdotto Cipro-Grecia E
[leggi tutto…]

Eni avanza ancora nel gas libico

La spagnola Repsol è stata costretta a dichiarare lo stato di forza maggiore per il suo giacimento di Sharara.
[leggi tutto…]