Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Lo shale oil Usa comincia a tagliare la produzione
02/03/2016 - Pubblicato in news internazionali

Per la prima volta dopo tanti anni, i big americani dello shale stanno iniziando a ridurre la produzione di petrolio e gas, piegandosi alla realtà che il surplus globale manterrà i prezzi in stato di depressione. Riferisce il Wall Street Journal che i tagli alla produzione sono in netto contrasto rispetto allo scorso anno, quando molti player americani hanno tenuto aperti i rubinetti mentre i prezzi precipitavano da 100 dollari al barile a quasi 30.

Fonte: MF – Manuele Costa (pag. 11)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Dalla lotta alle frodi al taglio dei sussidi

Lo chiamano “Pins”, Piano di politica economico-finanziaria per l'Innovazione e la sostenibilità, ed è la new entry annunciata nel Programma nazionale di riforma (Pnr), che servirà a organizzare tutti i piani preesist
[leggi tutto…]

Eni rivede lo scenario e annuncia rettifiche per 3,5 miliardi

Eni conferma la propria strategia di decarbonizzazione al 2050, ma dopo l’aggiornamento di fine marzo, rivede ulteriormente le proprie stime alla luce dell’emergenza coronavirus
[leggi tutto…]

Snam, sprint su rete e progetti

Se c’è un dato che più di altri racconta il potenziale di Snam sul fronte dell’idrogeno è che il 70% dei suoi metanodotti è realizzato con tubi pronti ad accoglierne il passaggio. Non a caso, ad aprile 2019, la soci
[leggi tutto…]