Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Sen, Assogas: valorizzare filiera del gas
25/02/2017 - Pubblicato in news nazionali

Privilegiare il gas in sostituzione del carbone nel termoelettrico e valorizzare l'infrastruttura gas esistente sostenendo il metano negli impieghi domestici (es. pompe di calore a gas) evitando così stranded cost, che insorgerebbero invece in uno scenario di elettrificazione spinta, sui cui “preoccupa” l'azione di supporto del regolatore. Sono alcuni degli spunti dell'audizione di Assogas sulla Sen tenutasi venerdì al ministero dello Sviluppo economico. “Preoccupa l'azione regolatoria a sostegno di una progressiva elettrificazione dei consumi con la previsione di sostituire il vettore gas con quello elettrico”, scrive l'associazione presieduta da Stefano Bolla, audito insieme al d.g. Marta Bucci. “Tale politica energetica avrebbe dovuto essere corredata da un'approfondita analisi costi-benefici (...) tenendo costo sia dei nuovi investimenti necessari (potenziamento della rete di distribuzione elettrica) sia degli stranded cost (sottoutilizzo della rete di distribuzione gas su cui il Paese ha già investito molto”. Tra le altre richieste e suggerimenti Assogas auspica uno snellimento dell'iter autorizzativo delle infrastrutture di upstream e di importazione, prodotti più flessibili per lo stoccaggio e più capacità di erogazione, avvio delle gare gas garantendo la più ampia partecipazione e concorrenza, eliminazione della tutela con meccanismi di uscita “che mettano le libere scelte del consumatore al centro”, una governance con chiara ripartizione delle competenze tra Mise, Aeegsi e gli altri soggetti competenti.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]

Gas, l'Egitto lancia la sfida

Eni e Shell hanno affermato apertamente che l'Egitto è l'opzione più economica per portare sul mercato le gigantesche riserve di gas del Mediterraneo orientale, un'opzione preferibile al progetto di maxigasdotto Cipro-Grecia E
[leggi tutto…]

Eni avanza ancora nel gas libico

La spagnola Repsol è stata costretta a dichiarare lo stato di forza maggiore per il suo giacimento di Sharara.
[leggi tutto…]