Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Sechin: l’Opec pensi alla exit strategy
19/05/2017 - Pubblicato in news internazionali

A una settimana dal vertice in cui l’Opec e i suoi alleati ratificheranno con tutta probabilità la proroga del piano di intervento sui mercati petroliferi, Sechin comincia a guardare a cosa succederà dopo. Occorre studiare una transizione morbida perché se una grande quantità di petrolio dovesse di colpo riversarsi sul mercato ci sarebbero conseguenze drammatiche. Rosneft sta cercando di arrivare preparata a quel momento: continuerà a ridurre la produzione secondo i patti, ma dai nuovi giacimenti e non dai vecchi, perché il calo di pressione potrebbe comprometterli. Sulla durata dei tagli proposti da Arabia Saudita e Russia, fino a marzo 2018, Igor Sechin, ceo di Rosfnet, ha assicurato di sentirsi a proprio agio.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Finanza&Mercati – Sissi Bellomo (pag. 32)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Energia, l’idrogeno al 13-14% nel mix europeo entro il 2050

Sullo sfondo c’è l’obiettivo di decarbonizzare l’economia europea, traguardo che verrà raggiunto anche tramite l’idrogeno, che dovrebbe crescere nel mix energetico fino al 13-14% da qui al 2050 puntando soprattutto su
[leggi tutto…]

Ad agosto arriva il gas in Puglia. Turisti sulle spiagge del Tap

Il metano che viene estratto dal Mar Caspio fino alla settimana scorsa arrivava sui monti del Pindo al confine tra la Grecia e l’Albania
[leggi tutto…]

Dalla lotta alle frodi al taglio dei sussidi

Lo chiamano “Pins”, Piano di politica economico-finanziaria per l'Innovazione e la sostenibilità, ed è la new entry annunciata nel Programma nazionale di riforma (Pnr), che servirà a organizzare tutti i piani preesist
[leggi tutto…]