Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Scorte di diesel in picchiata in Europa e negli Stati Uniti
24/11/2017 - Pubblicato in news internazionali

Il diesel non è certo il combustibile del futuro. Scandalo Volkswagen, misure anti-smog e impegni a vietare la vendita di auto a combustione, tuttavia, per ora non hanno intaccato la domanda. In questo momento anzi la richiesta è altissima, tanto che le scorte di carburante – in diverse aree del mondo – stanno scendendo a livelli critici: un fenomeno che contribuisce a sostenere le quotazioni del petrolio, al record da due anni nel caso del Wti (che ieri si è spinto a 58,58 $). Nel principale hub europeo, quello di Amsterdam-Rotterdam-Anversa (Ara), gli stock di gasolio sono diminuiti del 42% dal picco di maggio, scendendo sotto 2 milioni di tonnellate, il minimo da tre anni. Negli Stati Uniti la situazione non è molto diversa: le raffinerie americane continuano a lavorare a pieno ritmo, impiegando oltre il 90% della capacità operativa, ma i carburanti non restano in magazzino. Segnali di forza del mercato si vedono anche in Cina. Nella provincia dello Shandong i prezzi all’ingrosso del diesel ieri hanno superato quelli della benzina, un evento raro, attribuito ai timori di carenza per via del piano anti-smog invernale.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati – Sissi Bellomo (pag. 48)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Kerry: <<Europa e Usa insieme su Green deal e lotta al virus>>

Le due grandi sfide della green economy e della pandemia richiedono una risposta congiunta di Europa e Stati Uniti. Ora, con Biden alla Casa Bianca, tutto sarà più facile ma solo se si seguirà la strada della democrazia e della difesa
[leggi tutto…]

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]

Sanzioni Usa e caso Navalny, Nord Stream 2 torna nel mirino

Doppio attacco al Cremlino, nel pomeriggio di ieri. Il primo è partito dalla Casa Bianca nelle ultimissime ore dell’amministrazione Trump, che ha sganciato il suo siluro finale sul Nord Stream 2
[leggi tutto…]