Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Ma se scoppia il barile marea nera da 3 mila miliardi
04/04/2016 - Pubblicato in news internazionali

Sono 3mila i miliardi di dollari che le aziende produttrici di petrolio e gas in tutto il mondo hanno sui loro bilanci, fra prestiti e obbligazioni, che prima o poi dovrebbero rimborsare alle banche e agli investitori che hanno dato loro fiducia. Il problema è che con i prezzi del greggio crollati del 65% dai massimi del giugno 2014, un numero crescente di quelle aziende è a rischio di fallire e quindi non poter ripagare i propri debiti. Il mini-petrolio ha già fatto fallire 52 società Usa dedite al “fracking”.

Fonte: Corriere della Sera, Corriereconomia – Maria Teresa Cometto (pag. 3)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Trivellazioni a largo di Cipro. Braccio di ferro tra UE e Erdogan

Acque agitate al largo di Cipro, dove Ankara sta portando avanti da giorni trivellazioni per la ricerca di idrocarburi. Ieri, dopo una settimana di avvertimenti, la Ue ha stabilito un primo round di sanzioni politiche ed economiche alle quali Ankara ha re
[leggi tutto…]

Francia, gli oneri sulle bollette crescono dell’11%

Gli oneri per il “servizio pubblico energia” che gravano sulle bollette elettricità e gas dei consumatori francesi ammonteranno nel 2020 a 7.916 milioni di euro (+11% in più rispetto al 2018). E' quanto risulta dal calcolo p
[leggi tutto…]

Il gas torna più caro in Europa con la CO2

Sul principale hub nel Vecchio continente, il Ttf olandese, il gas è arrivato a 14 €/MWh sul mercato del giorno prima
[leggi tutto…]