Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Scoperto maxi giacimento in Alaska
06/10/2016 - Pubblicato in news internazionali,stoccaggi

E’ stata annunciata un’altra maxi scoperta di greggio in Alaska, a meno di un mese di quella dell’Alpine High. Si tratta di petrolio convenzionale che si trova al largo delle coste dell’Alaska, dove l’industria petrolifera statunitense sembrava condannata ad un inevitabile declino. La società texana responsabile della scoperta, la Caelus Energy, afferma di aver individuato la presenza di 6 miliardi di greggio leggero nelle acque poco profonde di Smith Bay. La produzione, secondo la società, dovrebbe raggiungere i 200.000 barili al giorno ma non prima del 2022. Caelus ha basato le sue stime sulle rilevazioni sismiche e sulle trivellazioni di due pozzi con cui non ha ancora portato alla luce nemmeno un barile ma, se non ha sbagliato i calcoli, il nuovo giacimento potrebbe quasi raddoppiare le riserve dell’Alaska.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Finanza&Mercati - Sissi Bellomo (pag. 38)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]