Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Sconto del 30% alla tariffa Gse
09/12/2016 - Pubblicato in legislativa,news nazionali

Arriva, con un ritardo di due anni, il nuovo decreto sulle linee guida per i certificati bianchi. Tra le principali novità, il riconoscimento di uno sconto del 30% del corrispettivo fisso dovuto al Gse per le imprese che presenteranno allo stesso un progetto di efficienza energetica corredato da diagnosi energetica. C’è poi l’introduzione di un nuovo metodo di valutazione standardizzata degli incentivi legati ai certificati bianchi, chiamato progetto standard (PS), in luogo delle attuali schede standard e analitiche. E arriva una forma di corresponsabilità tra il soggetto che effettua effettivamente l’investimento (soggetto titolare del progetto) e il soggetto eventualmente incaricato da esso per la presentazione della domanda (soggetto proponente) e che non necessariamente coincide con il titolare. Queste alcune delle novità contenute nella bozza di decreto interministeriale (dicastero dello sviluppo economico e quello dell’ambiente) inviato dal ministero dello Sviluppo economico all’esame della conferenza unificata (la cui data per l’esame è fissata per il prossimo 15 dicembre) e alla valutazione dell’autorità per l’energia a cui è richiesto un parere sul testo in materia di incentivi legati ai certificati bianchi.

Fonte: Italia Oggi – Cinzia De Stefanis (pag. 33)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]

Gas, l'Egitto lancia la sfida

Eni e Shell hanno affermato apertamente che l'Egitto è l'opzione più economica per portare sul mercato le gigantesche riserve di gas del Mediterraneo orientale, un'opzione preferibile al progetto di maxigasdotto Cipro-Grecia E
[leggi tutto…]

Eni avanza ancora nel gas libico

La spagnola Repsol è stata costretta a dichiarare lo stato di forza maggiore per il suo giacimento di Sharara.
[leggi tutto…]