Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa La scommessa di Eni sulla fusione nucleare
10/03/2018 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

La ratio è chiara: spingere sempre più il pedale sulla diversificazione del mix energetico verso forme di energia con un sempre minore impatto ambientale. Ecco perché Eni ha deciso di scommettere sulla fusione nucleare, che si presente come una fonte virtualmente illimitata, con costi trascurabili per il combustibile, senza emissioni e scarti e senza il rischio di esplosione. Per farlo il gruppo guidato da Claudio Descalzi ha scelto la strada di un duplice accordo con i Massachusetts Institute of Technology (Mit), con cui collabora da dieci anni, e con una sua creature, il Commonwealth Fusion System (Cfs). Il progetto con Csf si snoda lungo un periodo di circa 15 anni con un investimento complessivo di circa 2,5 miliardi di dollari.

Fonte:Il Sole 24Ore, Finanza e mercati – Celestina Dominelli (pag. 19)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]

Gas, l'Egitto lancia la sfida

Eni e Shell hanno affermato apertamente che l'Egitto è l'opzione più economica per portare sul mercato le gigantesche riserve di gas del Mediterraneo orientale, un'opzione preferibile al progetto di maxigasdotto Cipro-Grecia E
[leggi tutto…]

Eni avanza ancora nel gas libico

La spagnola Repsol è stata costretta a dichiarare lo stato di forza maggiore per il suo giacimento di Sharara.
[leggi tutto…]