Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Schiaffo di Gazprom a Saipem
09/12/2016 - Pubblicato in news internazionali

Diventa difficile ora immaginare una soluzione consensuale e stragiudiziale per ricomporre la rottura unilaterale del contratto South Stream. Non dopo che Gazprom ha preferito a Saipem il competitor svizzero Allseas per il realizzare il tratto offshore del Turkish Stream, il gasdotto che ha preso il posto di quello poi cestinato dal colosso russo. Il gruppo guidato da Stefano Cao era dato in pole position e sembrava il vincitore naturale della nuova commessa, sia come riparazione allo sgarbo del South Stream sia perché quel tratto sottomarino è praticamente identico nel vecchio e nel nuovo tracciato, e la società italiana aveva già cominciato a lavorarci per South Stream. Ma i russi devono aver fatto altre valutazioni, con il risultato che ieri il titolo Saipem è scivolato di quasi il 2%. La società South Stream Transport, responsabile della costruzione del gasdotto Turkish Stream, ha firmato un contratto con la svizzera Allseas Group per la costruzione del primo ramo del tratto offshore dell’infrastruttura, con un’opzione per la costruzione anche del secondo ramo. Lo ha fatto sapere la stessa Gazprom in un comunicato.

Fonte: MF – Mauto Romano (pag. 11)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Sussidi ambientali, fra tagli e retromarce tutte le voci sotto tiro

In queste settimane il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ha annunciato di voler rincarare l’accisa del gasolio per modificare il prezzo e rendere il diesel più costoso della benzina, perché ritenuto un sussidio dannoso per l&
[leggi tutto…]

Industria ceramica in allarme: <<Arrivano costi folli per la CO2>>

Cambiano e diventano più severe le regole europee per le emissioni di anidride carbonica dell’industria
[leggi tutto…]

Cipro, il fronte del mare. Così la corsa al gas accende incubi di guerra

Dalla scoperta del gas nel 2011 l’isola di Cipro è sempre di più il terreno di confronto tra sfidanti ben più potenti dei suoi residenti, divisi  da una linea di demarcazione da oltre cinquanta anni, turco-ciprioti e greco-
[leggi tutto…]