Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Saudi Aramco ci ripensa
07/07/2018 - Pubblicato in news internazionali

Con solo il 5% del capitale, Saudi Aramco aveva preparato la più grande ipo della storia, per un valore di 100 miliardi di dollari (85,2 mld di euro). Ma ora l’intera operazione rischia di finire su un binario morto. L’unica certezza è che i preparativi sono i fase di stallo, anche se fonti di mercato vicine al dossier e al governo saudita dubitano che la quotazione andrà effettivamente in porto. Il piano dell’ipo era stato proposto dal principe ereditario Bin Salaman nel gennaio di due anni fa. I prezzi del petrolio sono più che raddoppiati a 80 dollari al barile da quando il principe ereditario aveva delineato l’idea della quotazione di Aramco e i sauditi possono aumentare la produzione di oro nero, grazie anche alle carenze di Venezuela, Libia e Iran. Il regno aveva raccolto 17,5 miliardi di dollari con la prima emissione obbligazionaria della sua storia nel 2016.

Fonte: ItaliaOggi – red. (pag. 25)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Libia, resta forte la morsa di Haftar sui pozzi petroliferi

Continua, anche dopo Berlino, il gioco al rialzo del generale Haftar che non allenta la presa su porti e produzione di petrolio
[leggi tutto…]

Crisi energetica in caso di stop a investimenti nelle fossili

Anche se finanza, industria e governi promettono di fare passi in avanti sul tema della sostenibilità, gli ambientalisti esigono impegni ben più radicali
[leggi tutto…]

Tremila metri sotto i mari in cerca di petrolio

L’azienda petrolifera francese Total inizierà entro la fine del mese di gennaio la perforazione del più profondo pozzo di greggio al mondo sotto il livello del mare
[leggi tutto…]