Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Saudi Aramco si prepara ad alzare il velo sui conti
07/10/2016 - Pubblicato in news internazionali,stoccaggi

L’Arabia Saudita si prepara ad alzare il velo sui conti di Saudi Aramco, finora custoditi nella massima segretezza. Il primo bilancio della compagnia petrolifera potrebbe essere pubblicato già l’anno prossimo, accompagnato da quelli, redatti a posteriori, degli esercizi 2015 e 2016. Manager e consulenti della società, scrive il Financial Times, si sono già messi al lavoro in vista della quotazione del 5% della società, che Riad insiste avverrà nel 2018, non solo sul listino locale ma anche su almeno una borsa straniera. Ieri il ceo di Saudi Aramco, Amin Nasser, ha confermato all’agenzia Bloomberg che «molto presto» annuncerà i nomi delle banche e consulenti nominati come advisor per l’Ipo, che riguarderà «non solo le attività downstream, ma una parte dell’intera società». Sarà senza dubbio l’Ipo più grande del mondo. Riad si aspetta di raccogliere 100 miliardi di $, il che valorizzerebbe l’intera Saudi Aramco ben 2mila miliardi. Anche se le sue previsioni si rivelassero troppo ottimistiche, non ci sono paragoni con le altre società quotate: la più grande, Apple, capitalizza circa 600 miliardi di dollari. «Non ci sono ostacoli per l’Ipo - assicura Nasser - Tutto fila liscio e procede secondo i piani. Abbiamo già fatto molti progressi, ma bisogna considerare la taglia e la complessità di Aramco. Dobbiamo fare un sacco di lavoro all’interno per prepararci alla quotazione».

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati – S. Bel (pag. 36)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]