Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Sardegna: “Entro il 2019 il primo metano”
05/02/2019 - Pubblicato in news nazionali

La Sardegna conta di avere il primo metano già entro il 2019 tramite le reti di distribuzione di Italgas. I primi centri a essere serviti saranno quelli dove sono già iniziati i lavori per la costruzione delle reti previste dal Piano per la metanizzazione. Secondo le stime di Italgas, forse già a luglio Stintino potrebbe essere il primo centro a essere servito. I cantieri Italgas attualmente in corso sono quattro: il bacino numero 4 (Osilo, Porto Torres, Sennori, Sorso, Stintino), il numero 6 (Alghero e Olmedo), il numero 19 (Mogoro, Palmas Arborea, San Nicolò d’Arcidano, Santa Giusta, Marrubiu, Uras) e il numero 27 (Furtei, Guasila, Samassi, Samatzai, Sanluri, Segariu, Serramanna, Serrenti). Al momento, nei quattro bacini sono stati realizzati 46 km di rete. Nei prossimi mesi partiranno i lavori anche in altri 6 bacini. Nei cantieri si stanno realizzando “reti e servizi all’avanguardia con digitalizzazione delle reti, interconnessioni tra i diversi bacini, contatori intelligenti, utilizzo diffuso della fibra ottica per la trasmissione dei dati”. Importanti anche “le ripercussioni sul fronte occupazionale”: in 3 dei bacini in cui opera Italgas hanno trovato lavoro 175 persone.

Fonte: Quotidiano Energia

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Sussidi ambientali, fra tagli e retromarce tutte le voci sotto tiro

In queste settimane il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ha annunciato di voler rincarare l’accisa del gasolio per modificare il prezzo e rendere il diesel più costoso della benzina, perché ritenuto un sussidio dannoso per l&
[leggi tutto…]

Industria ceramica in allarme: <<Arrivano costi folli per la CO2>>

Cambiano e diventano più severe le regole europee per le emissioni di anidride carbonica dell’industria
[leggi tutto…]

Cipro, il fronte del mare. Così la corsa al gas accende incubi di guerra

Dalla scoperta del gas nel 2011 l’isola di Cipro è sempre di più il terreno di confronto tra sfidanti ben più potenti dei suoi residenti, divisi  da una linea di demarcazione da oltre cinquanta anni, turco-ciprioti e greco-
[leggi tutto…]