Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Saipem, il Tribunale di Algeri sblocca 82 milioni
03/02/2016 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Il Tribunale di Algeri ha pronunciato oggi la sentenza di primo grado nel procedimento 'Sonatrach 1' nei confronti di Saipem Contracting Algerie (gruppo Saipem) in relazione alla procedura di gara per l'assegnazione, nel 2009, della commessa GK3. La corte ha accolto la richiesta della società petrolifera e ha rimesso nella disponibilità della società due conti correnti in valuta locale di Saipem Contracting Algerie, che erano bloccati dal 2010 in relazione al procedimento e il cui saldo totale è pari all'equivalente di circa 82 milioni di euro. Allo stesso tempo, il Tribunale ha comminato a Saipem Contracting Algerie un'ammenda, pari all'equivalente di circa 34mila euro, quale asserita responsabile della fattispecie sanzionata dalla legge algerina in caso di 'maggiorazione dei prezzi in occasione dell'aggiudicazione di contratti conclusi con una societa' pubblica a carattere industriale e commerciale beneficiando dell'autorità o influenza di rappresentanti di tale società''. Saipem Contracting Algerie "valuterà le motivazioni della odierna decisione del Tribunale e presenterà ricorso in Cassazione avverso la sentenza di primo grado, non ritenendo che vi sia stata alcuna maggiorazione rispetto ai prezzi di mercato.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati – red. (pag. 28)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Dal gas alle reti, quattro mine sul Piano energia

La campanella suonerà il 31 dicembre quando tutti i paesi Ue dovranno presentare la versione definitiva dei Piani nazionali per l’energia e il clima
[leggi tutto…]

Phase out La Spezia, i sindacati: conversione a gas ed essenzialità

Per la prima volta tutti i partecipanti al tavolo del phase out (tranne il ministero dello Sviluppo economico) si incontreranno in pubblico per parlare della centrale a carbone di La Spezia.
[leggi tutto…]

L’ordine degli Usa a Salvini: “Fai completare il Tap”

Nel colloquio che Salvini ha avuto l’altro ieri con il vicepresidente statunitense Mike Pence è emerso un fattore che la delegazione italiana non aveva previsto: il Tap
[leggi tutto…]